venerdì 7 luglio 2017

Salutando Roma

Roma, la città eterna, un’autentica meraviglia per gli occhi e per la mente, non è certo un luogo a cui si può voltare le spalle con superficialità. Ma l’estate è già cominciata ufficialmente da due settimane, e chi è alla ricerca di emozioni nuove in giro per l’Italia ha solo l’imbarazzo della scelta. Per raggiungere altre località dalla capitale è consigliabile il buon vecchio treno, un mezzo di trasporto sicuro, comodo e ragionevolmente economico, sempre più in voga per i turisti del nuovo millennio che chiedono un’esperienza di viaggio meno isterica e più vicina ai ritmi della natura. Cosa c’è quindi di meglio che sedersi e ammirare il paesaggio che cambia gradualmente fuori dal finestrino? Per salire a bordo è sufficiente recarsi a una delle due stazioni principali di Roma, ossia Roma Termini e Roma Tiburtina, e mettersi comodi.

L'altare della Patria


Venezia: il miracolo galleggiante

Resta da decidere dove andare. Per chi non può concedersi vacanze di lunga durata per motivi economici o legati al lavoro, esiste sempre la possibilità di approfittare di un weekend in giro per la Penisola, meglio se inseguendo uno dei tantissimi eventi che si succederanno per tutto il mese di luglio in diverse città italiane. Tra le mete più ambite, senza troppe sorprese, ritroviamo Venezia, la perla dell’Adriatico, la Serenissima, nonché patrimonio dell’UNESCO: http://www.veniceandlagoon.net/web/ e, ancora nel 2016, la terza città italiana più visitata dai turisti di tutto il mondo dopo Roma e Milano. Uno dei motivi che spinge tanti turisti a inserirla come tappa obbligata nel loro itinerario vacanziero è senz’altro il fascino unico di una città che sin dalle origini ha costituito una sfida ingegneristica di dimensioni titaniche. Basti pensare che sono occorsi sforzi indicibili per rendere il terreno della laguna, per sua natura cedevole e poco adatto a sostenere il peso di grandi costruzioni, in grado di accogliere le fondamenta degli edifici che ancora oggi ci incantano con la loro ineguagliabile bellezza. Lo stile architettonico è vario e offre una testimonianza tangibile delle diverse fasi che la città ha attraversato nel corso della sua lunga storia, dal Bizantino al Romanico, dal Gotico al Lombardesco, e infine dal Rinascimentale al Barocco e al Neoclassico.

Tuttavia una realtà complessa come Venezia non offre soltanto siti di interesse culturale. Sono tanti, infatti, gli eventi promossi, a partire dagli spettacoli dal vivo, i concerti e le mostre. Per chi è alla ricerca di qualcosa di meno standard e più sfizioso, poi, esiste sempre la possibilità di scostarsi dai percorsi più battuti e di lasciarsi trasportare nell’atmosfera magica che pervade le calli della città galleggiante. Tra le escursioni previste per tutta la durata dell’estate, dal 1 luglio al 29 ottobre, c’è appunto una passeggiata serale attraverso il labirinto di vicoli del sestiere del Cannaregio, ossia il quartiere più popoloso e tra i più estesi e importanti di Venezia, situato a una distanza strategica dalla stazione principale di Venezia Santa Lucia e da diversi monumenti di interesse storico-artistico come la Chiesa di Santa Maria degli Scalzi. L’evento si chiama “Fantasmi di Venezia: passeggiate serali in laguna, tra miti e leggende paurose”, e permette di conoscere il lato più “oscuro” della città ascoltando racconti e leggende legate alle apparizioni misteriose che ne hanno caratterizzato la storia. La passeggiata ha una durata di 2 ore circa, e ha un costo di 15 euro. 
Per maggiori informazioni si può fare riferimento alla pagina: 


Come arrivare

Adesso la fatidica domanda. Qual è il modo migliore per arrivare a Venezia e non perdersi questo interessante evento? La risposta potrà sembrare banale: in treno. Non c’è infatti maniera migliore per godersi con calma il paesaggio che da Roma cambia senza sosta fino a raggiungere la stazione comodamente centrale di Venezia Santa Lucia, e da lì raggiungere con tutta comodità grazie alle linee ACTV che permettono di raggiungere con il vaporetto le diverse aree della città. Per trovare la soluzione più adatta alle proprie esigenze e senza sforzo si può effettuare una ricerca sul sito: https://www.virail.it/treni-roma-venezia.


Cannaregio


martedì 30 maggio 2017

La finale di Champions League a Cardiff: cosa vedere?


Quest'anno la finale della Champions League si svolgerà nella suggestiva città di Cardiff, la capitale del Galles a poco più di due ore di treno da Londra.  Saranno la Juventus di Massiliano Allegri ed il Real Madrid di Zinedine Zidane a giocarsi il titolo al National Stadium of Wales. Chissà se i giocatori prima della finale avranno qualche ora di relax per girare la cittadina e distrarsi godendosi le tante bellezze che questa città ha da offrire. Ad iniziare dal Castello di Cardiff di stile medievale ed il fiabesco Castell Coch. 

La cittadina risulta essere piccola e poco dispersiva; questa caratteristica la rende veramente unica siccome è in grado di offrire tutto ciò che un turista sportivo cerca nel raggio di pochi chilometri. Ci sono raffinate gallerie vittoriane dello shopping, con invitanti negozi e caffetterie indipendenti oltre all'elegante Mermaid Quay a soli 5 minuti dal centro della città, un luogo perfetto per ricaricarsi dopo un'impegnativa giornata di escursioni o per rilassarsi con una cena romantica sul lungomare. La Baia:dista circa 5 km dal centro città e si raggiunge in pochi minuti o col treno da Queen Street Station o con il battello da Bute Park. Qui si trova il Parlamento del Galles con il suo edificio dai muri in vetro e dal tetto ondulato, e il Millennium Center dalla struttura in vetro e ardesia che ospita sette istituzioni culturali del Paese. Non mancano ristoranti e locali dove sorseggiare un drink o una birra con un sguardo sull’acqua. Il Bute Park è l grande parco cittadino che costeggia il Castello e il River Taff.Cardiff è facilmente raggiungibile sia a livello internazionale che all'interno del Regno Unito. E' una città compatta, e ci sono un sacco di opzioni per muoversi una volta in città.Tutti i consigli per muoversi e le informazioni sono disponibili su www.cardiff2017.wales/fantravel, oltre ad utilizzare il profilo ufficiale @Cardiff17Travel su Twitter.
Gli alberghi e le strutture ricettive a Cardiff sono veramente poche, in grado di accogliere solo 7.000 persone. Per questo motivo i circa 70.000 tifosi che si attendono dovranno sicuramente alloggiare anche nelle cittadine vicine o di periferia. Sono tante però le persone che stanno aprendo le loro case ad ospiti facendosi pagare anche 400 euro a persona per pernottamento! 

Non ci resta che dire buon viaggio ai pochi tifosi che raggiungeranno Cardiff e che vinca il migliore!